Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

Homepage > Come fare per... > Eredità e successione
contattaci
News

13/04/21 - CHIUSURA dell’Archivio Generale VENERDI’ 16 e LUNEDI’ 19 APRILE 2021

Si comunica la CHIUSURA dell’Archivio Generale VENERDI’ 16 e LUNEDI’ 19  APRILE per urgenti lavori edili.


17/03/21 - Tabelle danno non patrimoniale - 2021

Si pubblicano le Tabelle per la liquidazione del danno non patrimoniale derivante da lesione alla integrità psico-fisica e dalla perdita-grave lesione del rapporto parentale e i relativi Criteri applicativi nella versione aggiornata 2021.

leggi il documento


26/02/21 - Protocollo d'intesa tra Tribunale, Procura e Ordine Avvocati

Si pubblica il protocollo d'intesa tra Tribunale, Procura della Repubblica, Ordine degli Avvocati per il deposito di nomine, revoche e rinunce dell'incarico difensivo a mezzo PEC - convalida dell'arresto e del fermo - processo penale telematico

leggi il protocollo


17/02/21 - Protocollo d'intesa tra il Ministero della Giustizia, la Regione Lombardia, la Corte d'Appello di Milano e la Procura Generale c/o la Corte d'Appello di Milano

Si pubblica la nota della Corte d'Appello di Milano: stipula protocollo d'intesa tra il Ministero della Giustizia, la Regione Lombardia, la Corte d'Appello di Milano e la Procura Generale c/o la Corte d'Appello di Milano

Leggi la nota


certificati online
prenotazione_udienze
tirocinio_formativo
trascrizioni_sentenze
processo_telematico


Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS!

Rinuncia all’eredita'

 

COSA E'
Un erede può decidere di non accettare l'eredità destinatagli, manifestandolo espressamente. La rinuncia all'eredità deve farsi con dichiarazione, resa al notaio o al cancelliere del Tribunale competente (cioè il Tribunale dell'ultimo domicilio del defunto), entro tre mesi dalla morte se si è nel possesso dei beni o entro dieci anni se non si è nel possesso dei beni e non ha effetto se non è osservata la forma prescritta.
La rinuncia presuppone la morte della persona della cui eredità si tratta, cioe l'apertura della successione. Viene effettuata generalmente quando l'eredità è gravata da debiti per non dovervi rispondere e in tal caso dovrà essere effettuata anche da tutti i discendenti del rinunciante. Può essere fatta anche per agevolare altri coeredi con un unico passaggio di proprietà qualora l'eredità sia attiva. La rinuncia non può essere parziale, né condizionata, né a termine.


NORMATIVA DI RIFERIMENTO
Artt. 519 e ss. c.c.


CHI PUO' FARLO
Può essere effettuata dagli eredi e, nel caso di minori, interdetti, inabilitati e persone giuridiche, chi li rappresenta.


COME SI RICHIEDE e DOCUMENTI NECESSARI
I rinuncianti si devono presentare personalmente, se maggiorenni. Nel caso di minorenni si devono presentare entrambi i genitori in loro rappresentanza.

Per la redazione dell'atto occorrono:

- certificato di morte in carta libera (o autocertificazione);
- 1 marca da bollo da € 16,00;
- documento valido di riconoscimento;
- codice fiscale del defunto e del rinunciante (anche se minore/interdetto/inabilitato o sottoposto ad amministrazione di sostegno);
- copia conforme del testamento (qualora esista);
- nota di iscrizione a ruolo;
- versamento per la registrazione di € 200,00 da effettuarsi solo dopo la redazione dell'atto.

Se per minore/interdetto/inabilitato o sottoposto ad amministrazione di sostegno e necessaria una copia conforme dell'autorizzazione del Giudice Tutelare.


DOVE SI RICHIEDE
Tribunale di Milano -
Ufficio URP - 1° piano - ingresso porta Vittoria
Orario: lunedì al venerdì dalle ore 8.45 alle ore 13.00.


QUANTO COSTA
- 1 marca da bollo da € 16,00
- versamento per la registrazione di € 200,00


TEMPI
L'atto viene formalizzato in giornata

Se i rinuncianti sono più di cinque è richiesto previo appuntamento, anche telefonico (025436)


MODULI STANDARD

- Nota di iscrizione a ruolo (non contenzioso) eredita' e successione

- Dichiarazione di valore